martedì 23 aprile 2013

Focaccia Barese con lievito madre



Fare la pizza il venerdì, come ho già avuto modo di dire qui, per me è un rito, anche se ogni tanto si trasgredisce e la si fa anche in altri giorni della settimana ..
Questa volta, ho voluto riproporre la focaccia barese, fatta con il lievito madre, ma ovviamente viene buonissima e benissimo anche con il lievito di birra. Chi non la conosce o non l'ha assaggiata almeno una volta, può approfittare di questo post e provare a farla.
Diversamente dalle altre pizze, la cui pasta deve lievitare prima dell'utilizzo, qui la pasta lievita direttamente nella teglia, poi si farcisce delicatamente e s'inforna.
E' buonissima!! Croccante fuori, grazie alla presenza della semola di grano duro, soffice dentro grazie alle patate lessate e schiacciate che vengono utilizzate nell'impasto è buona anche il giorno dopo, mangiata fredda..se avanza..
Oltre ai pomodori, andrebbero messe anche le olive baresane, ma io non le avevo e le ho omesse.

INGREDIENTI:
250 g Farina Petra 3 o 0
250 g Semola rimacianta di grano duro
150 g Patate lessate e schiacciate
300    Acqua
100 g Lievito madre ben in forza o 3 g Lievito secco
  q.b.  Sale
    3 g Zucchero
  q.b.  Pomodori ciliegino
  q.b. Origano
  q.b. Olio evo

- Impastare nella maniera solita, e mettere a lievitare la pasta direttamente nella teglia precedentemente unta d'olio, coprire con un canovaccio e far lievitare fino a che la pasta non avrà 'occupato' tutta la teglia.



Accendete il forno alla massima temperatura.
A questo punto, la pasta va girata sottosopra, delicatamente,con le mani unte.
Con i polpastrelli, praticare le fossette e poi rompete i pomodori direttamente sulla pasta, mettendoli con la calotta in su.
Cospargere con abbondante origano, sale e un giro d'olio.
Infornare, mettendo la teglia per i primi 10' nella parte più bassa e poi spostare al centro per finire la cottura.
Mediamente servono all'incirca 25' di cottura, ma comunque il colore bello dorato e il profumo ci faranno capire quando la nostra focaccia sarà pronta...


.. GNAM!!!

17 commenti:

  1. Adoro la focaccia barese, l'ho assaggiata alcune volte. Mi hai fatto venire la nostalgia della nostra cara Puglia. Grazie Sabina

    RispondiElimina
  2. Potresti farla.. e così ti sentiresti un po' a casa!!

    RispondiElimina
  3. complimenti bel blog e bella ricetta! di solito la focaccia la faccio con il lievito di birra ma visto che sto' allevando in frigo il lievito madre, provero' anche la tua versione. volevo solo chiederti se tu il LM lo rifreschi prima di usarlo .
    saluti,Peppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Peppe, sì, il LM va sempre rinfrescato almeno una volta (dipende dalla forza), prima di essere usato. A presto

      Elimina
  4. L'ho fatta ieri sera e ci siamo leccati i baffi. Da rifare sicuramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehheheheheh!! Sono contenta che vi sia piaciuta!

      Elimina
    2. Che Buona!! Sono barese e vedere certi piatti, mi riempie il cuore e il palato di gioia! Complimenti, ti seguo sul blog, se vuoi, fai altrettanto col mio http://maryinpasta.blogspot.it , a presto!

      Elimina
    3. Una conterranea, che piacere!! Vengo subito a sbirciare. ti saluto

      Elimina
  5. Davvero GNAM è bellissima! Complimenti!

    RispondiElimina
  6. bella! confesso che iio la mia, quando non devo fotografarla per il blog :)) la faccio metà con le olive e metà senza, o ne faccio una con e una senza, perché a mia figlia piacciono tantissimo le olive, mio figlio le odia :)
    gnam!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tamara, anche io ho 2 figli con gusti diversi ma sulla focaccia sono concordi: niente olive! La cosa che conta è la bontà! A presto

      Elimina
  7. Ciao! Domani voglio provare a fare la tua focaccia barese!! Ma nell'impasto ci va un po' di olio? Grazie!! Ilaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria! No In questo impasto niente olio! ;-)

      Elimina
    2. Grazie mille per la velocissima risposta!! :)

      Elimina
  8. se si usa il lievito di birra?grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lia, se usi il lievito di birra disidratato ci vanno 3 g. (c'è scritto ;-) ), se usi il panetto fresco ne basta la metà. Poi per l'acqua ti devi regolare anche in base all'assorbimento della farina ma penso poco meno di quella indicata!

      Elimina

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina