giovedì 27 giugno 2013

Spaghetti al pomodoro (rivisitati)


                               

Il piatto principe della cucina mediterranea è senza dubbio la pasta al pomodoro!!
Tutti l'amiamo e tutti abbiamo una ricetta nostra che non ha eguali! 
Io la preparo come la fa mia madre e secondo me è ottima..la mangerei tutti i giorni.
C'è la versione con i pomodorini spaccati in due e c'è la versione con la salsa col pomodoro rigorosamente fresco però!
La versione che vi presento oggi ha però 2 particolarità: la prima è che è stata ideata dallo chef  Davide Oldani, la seconda che è quella che fa la differenza, è che la pasta viene cotta quasi completamente nella salsa.
Sì, avete letto bene!!
Ma sapeste che sapore! Perché la pasta assorbe tutto l'umore del pomodoro, il condimento, e quindi ha una marcia in più.
Un'altra chicca di questo piatto è che la pasta viene condita con dei pomodorini cotti al forno, che io ho insaporito con uno spolvero di origano essicato e che conferiscono una marcia in più.
Il mio ispiratore è stato come sempre Loziopiero, lui l'ha provata e consigliata..e siccome io adoro gli spaghetti al pomodoro, non ho resistito.
Che dire se non che è una genialata dello chef e dello Ziopiero che me l'ha fatta scoprire?
Quindi senza indugio vi consiglio di provarla almeno una volta..in un'oretta si prepara tutto e..poi mi direte..

INGREDIENTI:
- Pomodori san marzano una decina
- Pomodori ciliegino, o datterino o pachino 
- Olio evo
- Origano essicato e basilico fresco
- Sale
- Spaghetti

- Incidiamo i pomodorini e tuffiamoli per 1' in acqua bollente, scoliamoli, facciamoli raffreddare e poi peliamoli. Fatta questa operazione, tagliamo i pomodorini in 2 o 3 parti, e disponiamoli in una teglia con un filo d'olio e qualche granello di sale grosso. Inforniamo a 140°C (ho usato la modalità ventilato per fare prima) fino a che i pomodori risulteranno raggrinziti. Fuori dal forno aggiungere dell'origano essiccato (aggiunta mia), se piace.
- Peliamo anche i pomodori san marzano, e tuffiamoli in poca acqua bollente salata (li deve almeno ricoprire), con un goccio d'olio e foglie di basilico spezzettate (aggiunta mia). Con il frullatore a immersione, facciamo la salsa e finiamo di cuocere.
- Tuffiamo gli spaghetti nell'acqua bollente salata e dopo circa 4' scoliamoli e passiamoli nella pentola con la salsa in ebollizione e portiamo a cottura.
- Condiamo gli spaghetti che avranno assorbito buona parte della salsa, con foglie di basilico fresco ..e buon appetito.



4 commenti:

  1. Brava, hai risottato gli spaghetti.la farò al più presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sbaglio o è un'espressione tipica di S. Rugiati?? Non ci avevo pensato.. grazie cmq e provala!!

      Elimina
  2. Direi assolutamente irresistibili!! Sento quell'aroma impregnato negli spaghetti e il pomodoro nelle differenti consistenze avvolge e conquista. Bravissima ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono buonissimi e diversi dal solito!!
      Ti abbraccio

      Elimina

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina