venerdì 27 dicembre 2013

Candele dolci




Nei giorni precedenti il Natale, tra uno scambio ed un consiglio di ricette tra me e mia cognata Emilia, lei mi dice che ha intenzione di preparare delle candele dolci, di pasta frolla rivestite con granella di nocciole.
 Dopo qualche giorno, su 'snappetize' viene pubblicata la foto di alcune candele molto simili a quelle descrittemi.
Passa qualche altro giorno e sul blog della FIP, viene pubblicata una foto di candele...insomma candele dappertutto!
Tra un pandoro e un panettone work in progress la cui riuscita a causa del forno ballerino non era assicurata, mio figlio mi suggerisce di farle per il pranzo di Natale (hai visto mai che non ti dovessero uscire i pandoro/panettone!)... quindi eccole qua le nostre candele!
A causa della sua allergia alimentare, ovviamente ho dovuto pensare anche ad una versione diversa che non prevedesse l'uso della frutta secca... l'ostia sminuzzata, che simula le candele bianche.
I miei commensali le hanno gradite tantissimo in entrambe le versioni.
Preparatele dunque per Capodanno, farete un figurone!
Non preoccupatevi per la lungaggine del post, se vi dividete le lavorazioni è un gioco a ragazzi! Se poi la frolla non la volete preparare, potete anche acquistarla pronta come ha fatto mia cognata. Non è esattamente la stessa cosa ma va bene ugualmente.
Stesso discorso se volete preparare delle candele con altra frutta secca o rivestite di sola panna...insomma potete sbizzarrirvi, anch'io del resto ho preso lo spunto iniziale poi ho fatto di testa mia!

INGREDIENTI:
Per la pasta frolla:
- 170 g Farina macinata a pietra o 00
-   60 g Burro freddo
-   60 g Zucchero a velo
-     1    Uovo
-  q.b.   Vaniglia
Inoltre
- q.b. Granella di nocciole
- q.b. Ostia sminuzzata
- q.b. Cioccolato bianco fuso
Per la ganache
- 150 g Cioccolato bianco
- 150 g Panna al 35% di grassi
-  q.b.  Vaniglia
Per la crema pasticcera
- Fate la vostra oppure qui
Per le fiammelle di caramello
- 4 cucchiai di zucchero
- 2 cucchiai d'acqua

- In un contenitore o sulla spianatoia, mescolare il burro a pezzettini con lo zucchero a velo creando delle briciole; aggiungere l'uovo ed infine impastando velocemente la farina e la vaniglia.
- Formare un panetto, coprirlo con pellicola e metterlo in frigo per almeno mezz'ora, ma va benissimo anche farla il giorno prima, come ho fatto io.
- Stendere la frolla sottile, ritagliare dei rettangoli di varie misure e avvolgerli intorno ai cannelli di metallo (quelli per i cannoli), sigillandoli bene.
- Preparare uno sciroppo con poca acqua e zucchero e pennellateli, facendoli poi roteare nel piatto in cui avrete messo la granella di nocciole, alcuni lasciateli 'a secco' per la successiva decorazione con l'ostia. Allineateli su una teglia rivestita di carta forno e passate in forno caldo a 180°C per 15' ca.
- Nel frattempo preparate la ganache facendo bollire la panna con la vaniglia e versandola poi sul cioccolato bianco a pezzettini; aspettate qualche minuto e poi mescolate con un cucchiaio di legno.
(anche la ganache potete prepararla il giorno prima). Fate raffreddare e mettete in frigo.
- Preparate il caramello per le fiammelle facendo sciogliere a fuoco alto lo zucchero nell'acqua fino ad ottenere la giusta consistenza e un bel colore ambrato.
Versare alcune gocce di caramello (un cucchiaino) sugli stuzzicadenti posti su un foglio di carta forno, e date forma alle  fiammelle.
- Le candele ' a secco' andranno pennellate di cioccolato bianco fuso e rivestite facendole roteare nell'ostia posta in un piatto. Se il cioccolato dovesse indurire in fretta, come è capitato a me durante la 'pittura', procedete così: pennellate una piccola zona di candela e rivestitela, pennellate e rivestite..il risultato finale ci guadagnerà.
- Prima di farcire le candele, montate la ganache con le fruste e passatela poi nella sac-a-poche; anche la crema pasticcera, se fatta il giorno prima, va mescolata prima di essere messa nella sac.
- Spremete le creme nelle candele, e mettetele in frigo fino a mezz'ora prima di servirle, senza le fiammelle che verranno invece posizionate solo poco prima di servire il dolce.


ps, Vi ricordo che è possibile stampare o salvare in pdf tutte le ricette

9 commenti:

  1. Bellissime, grazie per l'idea e per la ricetta! Complimenti anche per il tuo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un piacere!...e grazie anche per i complimenti

      Elimina
  2. Queste candele erano veramente scenografiche, oltre ad essere buonissime. Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela! sono proprio contenta che ti siano piaciute!

      Elimina
  3. Buonissime e scenografiche. Molto brava.

    RispondiElimina
  4. Sono molto belle e sicuramente squisite!!! Sabrina ti auguro un magnifico Natale!! Un abbraccione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angelica!
      Felice Natale anche a te!
      :-*

      Elimina
  5. Ma che belle!!! Bravissima Sabrina!!
    Tanti tanti ma tanti auguri!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tamara!
      Dolcissimi auguri anche a te!

      Elimina

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina