giovedì 27 febbraio 2014

Tiramisù alla nocciola



 Il tiramisù, uno dei dolci più conosciuti al mondo, è entrato nella mia cucina!
Durante il week end che Marco ha trascorso a Roma, ha potuto assaggiare il mitico tiramisù della pasticceria Pompi, nella fattispecie, non amando lui i dolci al caffè, quello alla nocciola.
Entusiasmo alle stelle!
Lo facciamo? Proviamo a farlo vediamo cosa viene? (breve giro sul web per capire in cosa mi stavo avventurando...)
Devo dire in tutta onestà che anche io non amo particolarmente questo dolce, vuoi per la presenza del mascarpone, vuoi soprattutto per la presenza di uova crude all'interno.
E quindi cosa ho fatto?
Ho sostituito il mascarpone con pari peso di ricotta di bufala (la più delicata), al posto del caffè ho aromatizzato il pds con il liquore al cioccolato perché comunque quello di Pompi alla nocciola è con il liquore al cioccolato, e udite udite...ho pastorizzato le uova! (base tiramisù pastorizzata o pàte a bombé)
Il risultato lo potete vedere; una crema vellutata al sapore di nocciola, leggerissima...buonissima.
Ovviamente come sempre quando faccio dolci con l'inserimento di frutta secca, prima di assemblare il tutto tolgo una parte della crema per Alessandro.
Dunque lascio a voi ricetta e commenti...

INGREDIENTI per 6 coppette
 Crema
- 250 g Ricotta di bufala (oppure mascarpone)
-    2     Tuorli
- 170 g zucchero
-   20 g Pasta di nocciole
-  q.b.   Nocciole tritate
- 250 g Panna al 35% di grassi
-   50 g Acqua
-  q.b.   Vaniglia
Finitura
-  q.b. Pds (o pavesini o savoiardi)
-    1  cucchiaino di caffè
- q.b. Liquore al cioccolato
- q.b. Acqua
- q.b. Nocciole tritate
- q.b. Topping alla nocciola
- q.b. Cacao amaro

Il giorno prima:
 mettete la ricotta con un cucchiaio di zucchero in un colino posto su un piatto, copritela e mettetela in frigo. In questo modo perderà il siero e sarà bella asciutta (come per i cannoli).
Inoltre potete preparare la base tiramisù pastorizzata, (grazie Adele :-) ) procedendo così:
in un pentolino, mettere i 170 g di zucchero con i 50 g di acqua, porre sul fuoco e portare la t. a 121°C.
Aggiungere lentamente questo sciroppo ai tuorli semi-montati con i semi di vaniglia e montare fino a raffreddamento. Conservare in frigo in un contenitore ermetico.

- Prepariamo ora la Crema tiramisù:
Mescolare alla base tiramisù, la ricotta ben scolata (passata al setaccio o in un frullatore per togliere i grumi) e unire la panna montata.
- Aggiungere la pasta di nocciole,  essendo molto pastosa è consigliabile prendere un po' di crema e mescolare bene per renderla più fluida e poi aggiungere al resto. Unire le nocciole tritate. Nel mio caso prima di fare questa operazione ho tolto  più o meno 100 g e messo da parte.

- Montaggio del dolce
Bagnare velocemente il pds nella miscela di liquore, caffè ed acqua e sistemarlo nella coppetta come più vi aggrada;
aggiungere la crema, pezzettini di pds, altra crema.
Mettere in frigo coprendo con pellicola.
Prima di servire, decorare con nocciole tritate e topping alle nocciole

Nella versione senza nocciole ovviamente la finitura sarà di solo cacao amaro messo prima di servire.







17 commenti:

  1. Io non amo il tiramisù, ma ti garantisco che questo mi conquista!!!!! Le uova pastorizzate.... le nocciole.... il liquore al caffè e l'assenza di mascarpone. Davvero specilae! Bravissima Sabrina ; )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pensavo esattamente come te, cara Erica, ma questo è 'diverso'!
      Il liquore è al cioccolato però! ;-)
      A presto

      Elimina
  2. e'meraviglioso,per chi come me e'golosa e'un invito a nozze!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sei veramente una golosona, questo ti piacerà di sicuro!
      A presto

      Elimina
  3. che buono... ho giusto del mascarpone in frigo...e la pasta di nocciole rimasta da questa estate, perchè la uso solo per i gelati, non avevo mai pensato di poterla usare anche così, una volta ho fatto la crema e non si è addensata per niente, per questo evito di usarla per non fare troppi pasticci, ma così, mi pare una splendida idea.
    Grazie mille ti aspetto da me :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh io invece la pasta di nocciole l'ho usata per diversi dolci come la diabella e il tartufo, ma ancora mai per i gelati!
      Prova perché è davvero buono!
      A presto

      Elimina
    2. Ho appena finito di mangiare il tiramisù alla nocciola..... grazie mille per la ricetta è davvero squisito..... appena la pubblico ti citero' volentieri

      Elimina
    3. Che bella testimonianza Katia!
      Sono davvero contenta che vi sia piaciuto!
      Aspetto il post,
      a presto

      Elimina
  4. che bontà Sabrina!! Adoro il tiramisù!! La tua versione è stupenda! complimenti! Un abbraccione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio contenta che ti piaccia cara Angelica!
      Un bacio

      Elimina
  5. Wow Sabrina!!!

    Adoro il tiramisù e... questa tua versione alle nocciole deve essere davvero strepitosa!!!!

    Grazie per aver condiviso così sapientemente questa golosa variante!!!
    Lo proverò presto ;)

    Un caro saluto insieme all'augurio di un buon fine settimana.
    A presto cara!!!
    :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece io non amando particolarmente questo dolce, non l'avrei mai postato se non fossi stata convinta della sua bontà! ;-)
      Lo rifarò prestissimo!
      Ti abbraccio e buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  6. Ha un aspetto fantatisco!
    :)
    emme

    RispondiElimina
  7. Ciao, che delizia !
    Mi aggiungo ai tuoi lettori
    http://alelablogger.blogspot.com/

    RispondiElimina
  8. Da provare!
    Ti ho nominata per un premio
    http://blog.giallozafferano.it/cucinandoconpassione/premio-2/

    RispondiElimina

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina