martedì 13 maggio 2014

Crescente al germe di grano con prosciutto e pancetta



Spesso all'ora di pranzo, se non è stato già programmato prima mi chiedo cosa preparare per cena (ho un tempismo tutto mio, lo so!) perché non sempre è facile mettere tutti daccordo.
Specie il 'piccolo' di casa, che vivrebbe di kebab e simili!
Per cui scartabellando tra le vecchie ricette, ho trovato questa delle famose sorelle Simili: la crescente al prosciutto, focaccia tipica romagnola se non vado errata.
Trattasi dunque di un lievitato, molto semplice, già condito con pezzi di prosciutto crudo o pancetta...ottimo sia caldo che freddo che avevo già fatto anni fa seguendo la ricetta.
Mentre questa volta ho fatto un po' di testa mia, variando qualcosina.
Intanto non avendo prosciutto crudo, che comunque spesso da cotto diventa salato, ho optato per il cotto, poi avendo un po' di pancetta affumicata a cubetti..massì, ho aggiunto anche quella! La farina 00 l'ho tagliata con farina di farro e germe di grano...insomma l'ho stravolta!
Però ve la consiglio caldamente, per i buffet, per le uscite fuori porta, come spezza fame... un jolly!
Se avanza, copritela con un canovaccio o un po' di pellicola, si mantiene morbida almeno 2 giorni ed è ancora più buona!

INGREDIENTI
- Farina W 330 molino Rossetto, 350 g
- Farina di farro, 100 g
- Germe di grano, 50 g
oppure 500 g di farina 00
- Strutto, 30 g
- Burro, 20 g
oppure 50 g solo di burro o solo di strutto
- Sale, 7 g
- Lievito secco, 1 g
- zucchero, un pizzico
- Pancetta affumicata a cubetti, 30 g
- Prosciutto cotto a listarelle, 70 g
oppure 120 g solo prosciutto crudo o solo pancetta
- Acqua, 250/270 g (dipende dall'assorbimento della farina)

Nella mdp, con funzione solo impasto, mettere prima l'acqua, poi le polveri setacciate con il lievito e avviare il programma. Aggiungere i salumi.
- Unire il burro e lo strutto a metà lavorazione, poi il sale e finire la lavorazione.
- Far lievitare coperto per 1 ora, poi prendere l'impasto stenderlo senza comprimere troppo e dare una semplice piega a 3, facendo riposare coperto da un canovaccio per 15'.
- Stendere l'impasto dandogli forma ovale, e spostarlo su una teglia rivestita di carta da forno.
- Pizzicare la pasta e praticare delle incisioni a forma di rombo con una lametta o con la rotella tagliapasta senza affondare troppo.
- Pennellare con un uovo sbattuto e far lievitare 1 ora o più se si vuole più doppia.


- Cuocere in forno a 200°C per 20'ca.


L'impasto è facilmente lavorabile a mano, facendo la classica' fontana'.



6 commenti:

  1. Con la farina di farro è niente male!!!! E il cucciolo è accontentato (solo lui?????) ^_^
    Brava Sabrina, un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah Erica! Hai colto nel segno, mica solo il cucciolo!!!
      Ti abbraccio

      Elimina
  2. Sabrina cara!!

    Wow che bella questa crescente e che golosa la tua farcitura!!!!!!!!!!!!
    Una preparazione del genere credo che difficilmente possa avanzare..., ma qualora fosse immagino anche che i giorni seguenti sia ancor più buona!!

    Belle le foto per la corretta formatura ;))
    Gnammete che fame m'è venuta!!!

    Bacio grande insieme all'augurio di una buona serata :*********

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso confermare carissima, che il pezzettino avanzato, il giorno dopo era ancora soffice e con i sapori più marcati!
      Felicissima serata anche a te!! ^_^

      Elimina
  3. E' troppo invitante e sembra anche di facile esecuzione. Brava, come sempre. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facile e invitante...
      come piacciono a noi!
      Prova Emilia ^-^

      Elimina

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina