giovedì 19 giugno 2014

Nastrine a colazione (e Banderas in pensione)



Dopo BuondìPangoccioli di cui ho fatto ben 2 versioni, (l'altra è qui) e Flauti, è arrivato il turno delle Nastrine!
Certo queste hanno una lavorazione leggermente più articolata delle altre brioche, perché vanno sfogliate, ma il risultato come sempre ripaga ampiamente il lavoro fatto.
La ricetta è presa tra i file del gruppo di Facebook, sempre grande fonte d'ispirazione, poi ho apportato qualche modifica.
Unica pecca, è il caldo.. in questo periodo è difficile usare il burro per sfogliare però, siccome ne vengono fuori almeno una ventina, per un po' siamo a posto (perché le ho congelate) e quindi il caro Banderas può andare in pensione o al massimo passare per casa ad assaggiarne un paio, perché ci riusciamo pure noi e con ottimi, davvero ottimi risultati!

INGREDIENTI (quelli tra parentesi sono della versione originale)
- Farina per sfoglia Molino Rossetto, 470 g
(oppure 220 g di Manitoba e 250 g di 00)
- Latte, 250 g
- Zucchero di canna, 80 g
(oppure semolato)
- Burro morbido, 60 g
- Lievito secco, 2 g
(oppure 10 g lievito di birra)
- Miele d'acacia, 1 cucchiaino
- Tuorli, 3
- Arancia candita tritata finemente, 100 g
- Buccia di un'arancia grattugiata
- Sale, 5 g
Per farcire
- Burro morbido, 120 g
- Zucchero di canna, 120 g
Inoltre
Albume d'uovo per lucidare, 1
Zucchero di canna, q.b.

- Fare il lievitino con 100 g di farina presa dal totale, 100 g di latte, il lievito e il miele, mescolare e far lievitare per 40' coperto.
- Scaldare leggermente il latte rimasto con l'arancia.
- Inserire nella planetaria il lievitino dare qualche giro e unire il latte a filo con la farina necessaria a non smollare l'impasto poi come sempre tuorlo zucchero e farina in 3 volte sempre quando il primo inserimento è assorbito.
- Aggiungere il burro morbido senza far perdere l'incordatura e il sale solo alla fine.
- A fine lavorazione dopo 10/15 minuti avremo un impasto lucido e incordato, facciamo la prova del velo.
- Far riposare l'impasto in frigo, coperto, minimo 3 ore
- Fuori dal frigo, dividere l'impasto in due, mettere un pezzo in frigo e stendere l'altro in un rettangolo lungo con il lato corto di 8/10 cm.
- Spalmare la farcia sul lato corto del rettangolo, piegare la parte su se stessa e spalmare...via via per almeno 5 volte.
- Pressare con il mattarello e passare in frigo il panetto avvolto nella pellicola.

- Fuori dal frigo, tagliare delle fette di 1,5 cm, poggiarle con i giri rivolti verso di noi e passare delicatamente il mattarello.
- Ruotare leggermente la fetta, e premere il centro; ripassare il mattarello e posizionare sulla teglia rivestita di carta forno.
- Praticare un taglietto ad ogni estremità.
- Passare la teglia con le nastrine  in frigo per dar modo al burro di rassodare un po' (mezz'ora ca), poi farle lievitare a t.a. per 1 oretta e mezza.

- In forno a 180°C per 12' ca, devono risultare dorate, poi pennellare con l'albume sbattuto, spolverizzare con lo zucchero e passare ancora in forno qualche secondo così da avere la crosticina croccante.


- Scaldate leggermente in un fornetto per qualche minuto o al micro qualche secondo, sono da 'bava alla bocca'!

10 commenti:

  1. Sabriiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!

    Queste nastrine son meravigliose!!!
    Anzi, come hai detto tu... da bava alla bocca..., ihihihhihhihhihi :DDDD

    Certo, questo non sarà il periodo migliore per sfogliare ma..., davanti ad una roba del genere non si può resistere!!

    Dimmi se ho capito bene...
    E' sufficiente spalmare con il ripieno la striscia (e mano a mano arrotolare) per ottenere la sfogliatura???

    Grazie per averle condivise.
    Le farò!!

    Un caro saluto ed un abbraccio :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Maria Teresa, hai capito perfettamente... striscia e piega, striscia e piega...
      Questo come dicevo non è il periodo migliore a causa del caldo, ma appena avrai l'occasione provale perché sono proprio tanto buone!
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. Finalmente sono riuscita a segnarmi tra i tuoi lettori!!!!
    Beh facciamo così tu prepari le nastrine ed io mi sacrifico a prendermi Banderas!!!!
    Complimenti sei stata davvero brava!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto benvenuta Mila, mi fa molto piacere...però scusa facciamo che venite sia tu che Banderas! ;-)

      Elimina
  3. Ricetta da salvare e custodire gelosamente per quando farà più fresco
    grazie per averla condivisa e complimenti perchè le tue nastrine sono stupende
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì Cecilia, mi raccomando falle quando sarà il momento perché son proprio buone ed è divertente prepararle!
      Un abbraccio!

      Elimina
  4. Fantastiche da rifare, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  5. Assolutamente da provare!!!!
    Bravissima Sabrina!!
    Un caro abbraccio e buona settimana
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta che faccia meno caldo però, perché sfogliare con queste temperature è un po' problematico!
      Buona settimana anche a te cara ^-^

      Elimina

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina