giovedì 26 febbraio 2015

Ciabatte semi-integrali




Di solito, pur pasticciando spesso, il pane o i panini li faccio veramente poco...guardo sempre con ammirazione le varie "colleghe" blogger che sfornano pani di ogni forgia e sapore, mi riprometto di impastare ma...
Poi succede che un giorno qualunque vado al forno dove normalmente compro le ciabattine e vedo una cosa spiacevolissima che mi fa riflettere e penso: "possibile che non debba riuscire a produrre un pane semplice e buono a casa?"
E quindi ho iniziato la mia produzione casalinga di ciabatte e devo dire che ogni volta, va sempre meglio!
Sono partita dalle ciabatte che ho visto seguendo una puntata di "Accademia Montersino" (che poi c'ho pure il libro!) variando solo un po' la farina; infatti uso una piccola percentuale di farina Petra 9.
Per il resto..grande soddisfazione nel sentire il profumo, nell'addentare il mio pane ...




INGREDIENTI:
Per la biga:
- Farina 0, 580 g
- Farina Petra 9, 55 g (integrale)
- Acqua, 290 g
- Lievito di birra, 5 g

- Mettere nel boccale della planetaria, le farine, il lievito (precedentemente sciolto in poca acqua tiepida presa dal totale) e l'acqua e impastare fino ad ottenere un impasto un po' grezzo ma omogeneo.
- Far lievitare l'impasto per almeno 20 ore a 18-20°C.

Per l'impasto:
- Acqua, 170 g
- Malto in polvere, 5 g
- Lievito di birra, 2 g
- Sale, 14 g

- Trascorso il tempo, trasferire la biga nella planetaria, unire il lievito di birra sempre sciolto in poca acqua e il malto in polvere ed iniziare a impastare aggiungendo l'acqua poco per volta, quando vedete che l'impasto ha assorbito quella già versata.
- L'impasto dopo circa 10', risulterà molle ma ben staccato dalle pareti. Unire il sale verso la fine.
- Ungere bene una teglia e con le mani unte di olio, stendere l'impasto. Ungere con altro olio e lasciar puntare l'impasto coperto con pellicola per 50' ca. (Se non aggiungessimo olio in superficie, la pellicola si attaccherebbe compromettendo il lavoro).
- Trasferire l'impasto facendolo cadere lentamente sulla spianatoia ben infarinata e con un tarocco ricavate le ciabatte, poggiandole di volta in volta su una teglia cosparsa di farina; lasciar lievitare per una ventina di minuti a 28-30°C.
- Trascorso il tempo, spolverizzare le ciabatte con poca farina, e allungarle leggermente e delicatamente, poggiandole poi su una teglia rivestita di carta da forno.
- Infornare a 220°C per non più di 10' e quando saranno ben dorate, sfornarle e lasciarle raffreddare.




Quest'ultima foto, ritrae le ciabatte fatte con 200 g di farina integrale, anziché 55 come indicato per la biga, la farina bianca pari a 435 g  e l'acqua nell'impasto pari a 250 g perché come sappiamo la farina integrale assorbe più acqua.
Come vedete, la mollica è più fitta! ... Il sapore anche questo eccezionale!

8 commenti:

  1. Sono venuti molto bene! Il pane fatto in casa ha una marcia in più! Complimenti cara Sabrina! Un bacione e buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Angelica, ha una marcia in più!
      Ti abbraccio ;-)

      Elimina
  2. ti so venute meglio di quelle che vendono io cmq una ciabattina la vedo bella ripiena con la mortadella mmmmmm sento già il profumo ...brava
    lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la mortadella ... mmmmmhhhh .... la morte loro! :)))))))))
      A presto Lia ^-^

      Elimina
  3. E tu avevi dubbi sulle tue qualità panificatrici? Il panettiere non ti vedrà più, mia cara!!!! E in casa tua eventi spiacevoli non ne vedrai di certo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dubbi sempre cara Erica, perché quelli sono da stimolo a farmi migliorare! ... ed infatti noi in casa siamo così "pignole" come è giusto che sia che gli eventi spiacevoli li lasciamo agli altri anche se a quei livelli non dovrebbero capitare!

      Elimina
  4. queste ciabatte sono strepitose, quando finisco la farina che ho provo anche io questa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova queste farine Silvia, ti assicuro che siamo in molti ad usarle e a trovarci bene ...sono macinate a pietra ecc... (e non mi paga nessuno per dirlo, è così!)
      A presto ^-^

      Elimina

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina