giovedì 26 marzo 2015

Crostata rocher



 Se siete riusciti a fare o ad assaggiare, la crema rocher, sapete benissimo di cosa parlo!

Se invece ve la siete persa, potete sempre rimediare, facendola oppure scegliendo questa versione più rustica, ma altrettanto golosa!

A differenza della torta, siccome questa va cotta in forno ho aggiunto la ricotta, per far si che anche dopo la cottura, risultasse morbida.

Se volete stupire con semplicità, non lasciatevela scappare!



INGREDIENTI:

- Per il ripieno:

- Ricotta, 300 g
- Zucchero, 50 g
- Crema rocher, 200 g
- Uovo intero, 50 g

- Setacciare la ricotta, mescolarla allo zucchero e unire l'uovo.
- Amalgamare a questo composto la crema rocher.

- Per il guscio:

- Farina Petra 5,  300 g
- Zucchero a velo, 100 g
- Tuorli, 60 g
- Albumi, 30 g
- Burro, 150 g
- Vaniglia q.b.

- Lavorare il burro morbido con lo zucchero a velo, unire la farina ed infine le uova.
- Impastare tutto velocemente, fare un panetto, avvolgere nella pellicola e passare in frigo minimo per 2 ore, meglio ancora se per un giorno intero.

- Rivestire con la frolla uno  stampo per crostata da 24 cm unto con pochissimo burro, bucherellare il fondo e farcirlo con la crema di ricotta.
- Con i ritagli di pasta, formare tante palline più o meno della stessa dimensione e cercare di coprire in maniera uniforme la superficie del dolce.
- Infornare a caldo a 180°C per 45' ca o fino a quando la superficie non sarà bella dorata. (occhio ai tempi e alle temperature come dico sempre, ognuno conosce il proprio forno).
- A freddo, cospargere dello zucchero a velo e servire.





2 commenti:

  1. E dillo che istighi,istighi alla golosità,e qui abbiamo alle porte matrimoni e comunioni,ormai le calorie sono entrate nel mio stato di famiglia...
    A parte gli scherzi,golosa lo e',invitante ed opulenta pure..la devo provare ecco!!
    un bacione,Patrizia
    www.angolocottura.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Patrizia :))))))))
      Sono nella tua stessa situazione ...rimando tutto a dopo Pasqua però! (ci proverò ;-) )
      Provala però, vale, vale!

      Elimina

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina