lunedì 9 marzo 2015

Pane integrale ai semi vari con li.co.li.


 Sto imparando a fare il pane e soprattutto mi diverto un mondo!
Mi piace, sentire il profumo che sprigiona la pasta mentre lievita, vedere l'impasto crescere e inondare la casa "di buono" mentre cuoce!
La strada da percorrere è ancora lunga, c'è sempre tanto da imparare, però tra un video-tutorial, una spiegazione ed un suggerimento, questa settimana ho prodotto questo meraviglioso pane, visto sul blog Pan di pane anche se ho cambiato un po' il procedimento.
Inoltre il mio lievito naturale compie 5 anni in questi giorni e quale modo migliore per celebrarlo?


INGREDIENTI:
Prefermento:
- Li.co.li., 10 g
- Acqua, 120 g
- Farina W 400 Molino Rossetto, 150 g ( o Manitoba)
- Zucchero, 1/2 cucchiaino
- Acqua calda, 25 g

- Sciogliere il lievito nell'acqua e zucchero, impastare grossolanamente coprire e lasciar lievitare fino ai primi cenni di cedimento, circa 10 o 12 ore dipende dalla temperatura. Impastate la sera dunque per averlo pronto al mattino

Impasto:
- Tutto il prefermento,
-  Farina integrale Petra 9, 350 g ( o altra farina integrale)
- Acqua fredda, 200 g
- Sale, 12 g
- Mix di semi vari, 50 g (semi di zucca, girasole, lino, sesamo)
(Pat, indica 200 g ma io ho ridotto a gusto mio)
- Acqua calda, 50 g

- Mescolare la farina con l'acqua in modo che questa venga assorbita dalla farina (autolisi); coprire e lasciar riposare da 30' a un'ora o più.
- Nel frattempo mettere a bagno il mix di semi nell'acqua calda, in  questo modo non risulteranno secchi nel pane.
- Trascorso il tempo, unire il prefermento all'impasto riposato in autolisi ed impastare in planetaria per circa 10'
- Aggiungere i semi ed il sale e continuare ad impastare fino a quando il tutto risulterà compatto.
- Lasciar lievitare tutta la notte a t.a. e al mattino prendere l'impasto e sulla spianatoia leggermente infarinata sgonfiare leggermente l'impasto e fare una serie di pieghe a 3 per 3 volte a distanza di circa 1/2 ora.
- Formare una palla e pirlare, infine porre l'impasto a lievitare in un cesto per il pane ben infarinato oppure in un canovaccio sempre molto infarinato all'interno dello scolapasta. Coprire e aspettare che raddoppi.
- Quando con una leggera pressione con un polpastrello la "fossetta" ritorna lentamente su, vuol dire che è pronto.

- Scaldare il forno a 240°C con la teglia che poi useremo per cuocere il pane. Quando il forno arriva a temperatura, spolverizzare abbondantemente la teglia con semola o farina, inumidire leggermente il pane con le mani bagnate e cospargere altri semi che così aderiranno meglio. Fare qualche taglio e infornare.
- Dopo 10' abbassare la temp. del forno a 220°C  e a 200°C dopo 20'.
- Cuocere per 45' ca o anche più, avendo cura di aprire a fessura negli ultimi 10' per permettere all'umidità di fuoriuscire. (ottima una pallina di alluminio o un cucchiaio di legno).
- Lasciar raffreddare sulla gratella nel forno aperto.



6 commenti:

  1. Che bello! è venuto molto bene! Complimenti Sabrina!! Buon inizio settimana :)

    RispondiElimina
  2. Complimenti Sabrina!!!!!!

    Non potevi scegliere preparazione più bella per onorare il tuo lievito!!!!:)))
    Guarda che capolavoro!!!

    Sei stata bravissima perché la farina Petra 9 è bella "tosta" (e buonissima) e tu sei riuscita a creare una nuvola di pane!
    hai tutta la mia ammirazione :)))))))))

    Brava, bravissima!!
    Bacio grande :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Emmettì è bella tosta la farina, ma tanto buona!!

      Grazie per i complimenti
      A presto ^-^

      Elimina
  3. Un pane fragrante e genuino, adoro panificare, ottima ricetta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piace tanto anche a me panificare... pensa che ho appena fatto un pre-fermento!
      :)))))))

      Elimina

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina