giovedì 10 dicembre 2015

Lingue della suocera



 Come ho già avuto modo di scrivere in altre occasioni, l'idea di fare il pane in casa mi piace molto, ma spesso i miei tempi non corrispondono con i tempi della panificazione che sono tempi lunghi... calmi ... fatti di attese ...
Però io non rinuncio e spesso sforno qualcosina che sappia di pane o che si avvicini a questo.
Come quest sfoglie sottili e croccanti, un prodotto tipico piemontese ... queste ... lingue della suocera di cui fino a poco tempo fa ignoravo l'esistenza e che niente hanno a che fare con la pianta ...la ricordano solo nella forma.
L'ispirazione viene dal libro "Accademia  Montersino" e sono estremamente buone, croccanti e divertenti da fare.
Una bella idea da portare in un buffet da servire come sostituto del pane, come stuzzichini o per le festività ormai vicine.

INGREDIENTI

- Farina 240W, 500 g
- Acqua, 250 g
- Burro, 50 g (è indicato strutto che non avevo)
- Sale, 10 g (12 g sul libro)
- Lievito di birra 25 g (ho usato 2 g di lievito secco)*
- Semola di grano duro
- Olio e acqua q.b.

* Il libro indica, se si vuol usare meno lievito in panetto (3 g) allungare i tempi di lievitazione, e far maturare l'impasto in frigo.

-Nel cestello della macchina del pane, inserire l'acqua con il lievito disciolto, aggiungere la farina setacciata e avviare il programma "solo impasto".
- A metà lavorazione unire il burro morbido o lo strutto ed infine il sale.
- Coprire l'impasto con pellicola e far lievitare coperto per 2 ore circa, oppure se avete optato per la dose inferiore di lievito, mettetelo in frigo per almeno 18 ore. (in questo caso, il giorno dopo tirare fuori dal frigo almeno 2 ore prima di usarlo)
- A lievitazione avvenuta, quindi al raddoppio, passare l'impasto nella sfogliatrice, fino alla penultima tacca.
- Se vi piace, potete anche aromatizzarle con erbe aromatiche: rosmarino, prezzemolo, origano fresco ecc.. ; ripiegate su se stesse e ripassate nella sfogliatrice.
- Ritagliare con una rotella delle strisce di 4-5 cm di larghezza, lunghe quanto la teglia, spennellare con una miscela di acqua e olio e spolverizzare con la semola setacciata.


- Lasciar riposare per una decina di minuti e cuocere in forno termoventilato per 9' a 220°C oppure statico per 10-15' a 230.

6 commenti:

  1. Sfiziosissime queste lingue!!!
    Della serie "una tira l'altra", vero??????

    Ottima idea per gli aperitivi delle prossime festività! ;-) ;-)

    Sabri, grazie per avermi regalato questo spunto!
    Le proverò presto, magari anche con la pasta madre, chissà... :-)))
    Un abbraccio grande dolcezza! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che anch'io voglio provarle con la pasta madre? ... Anche perché davvero una tira l'altra e quindi tocca rifarle
      Ho anche provato a congelarle per averle di scorta ...ma finiscono subito! :)))))
      Baci baci

      Elimina
  2. buone vero,io le ho fatte ma non postate,grazie per la visione celestiale,baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buone sì!
      Postale dai così le confrontiamo!!
      Ti abbraccio

      Elimina
  3. che buone queste lingue di suocera!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina