martedì 4 aprile 2017

La ciambella pasquale ovvero ... il pizzo palumbo

 

Fino allo scorso anno, non conoscevo affatto questo dolce, pur abitando a pochi chilometri dal paese, Lucera in provincia di Foggia, dove invece regna sovrano su ogni tavola il giorno di Pasqua.

Poi, complice un amico di mio figlio che glielo ha fatto assaggiare, e visto il suo entusiasmo nel descrivermi la bontà del dolce, mi sono attivata, documentata, ed ho scoperto che è molto diffuso in tutta la Daunia...per cui dovevo assolutamente farlo ... ed eccolo qua!

Essendo un dolce della tradizione, ha pochissimi ingredienti ed un'esecuzione veramente semplice, adatta a tutti. Ma sulla bontà e su quanto sia soffice ... credetemi; è pazzesco! Straordinario a colazione😏😉Inoltre è senza lattosio per cui è adatto agli intolleranti.

Quindi quest'anno, oltre alla pastiera, alla colomba e all'immancabile uovo di Pasqua, sulla mia tavola campeggerà anche U pizz Palumb (in dialetto) letteralmente pezzo di colomba.


INGREDIENTI: per uno stampo a ciambella da 26 cm

- Farina tipo 1, 250 g
- Fecola, 50 g
(in ricetta è indicata farina 00 nella dose di 300 g)
- Zucchero, 190 g
- Uova medie, 3
- Latte senza lattosio, 100 ml
(sostituibile con latte intero)
- Olio di riso, 125 ml
(oppure olio di semi)
- Lievito per dolci, 1 bustina
- Scorza di 1/2 limone
- Polpa di vaniglia, q.b.

Per il Naspro (glassa)
- Albume, 1
- Zucchero semolato, 250 g
- Poche gocce di limone
Inoltre
- Codette colorate per decorare


- Montare le uova con lo zucchero, per almeno 10', aggiungere l'olio a filo sempre mescolando con le fruste, poi unire il latte ed infine le polveri (farina, fecola e lievito) setacciate. Unire la scorza del limone e la vaniglia.
- Se avrete montato a lungo le uova con lo zucchero e inserito gli altri ingredienti come indicato, otterrete un impasto quasi bianco, omogeneo e senza grumi.
- Imburrare ed infarinare lo stampo, quindi versare l'impasto e cuocere in forno caldo a 175°C per 25' (termoventilato) oppure 180°C per 30' (statico); vale sempre la prova stecchino che dovrà essere asciutto.
- Qualche minuto prima di sfornare il dolce, preparare il naspro, mescolando velocemente gli ingredienti tra loro.
- Sfornare il dolce, attendere una decina di minuti e sformarlo poggiandolo su una gratella con un piatto sotto.
- Versare il naspro su tutta la superficie della ciambella e decorare con gli zuccherini colorati.

P.S. è ancora soffice  dopo 4 giorni in credenza 

Nessun commento:

Posta un commento

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina