mercoledì 24 maggio 2017

Torta stracciatella


Lo so, iniziano i primi caldi ... ma io ho ancora un bel po' di cioccolato dell'uovo di Pasqua da smaltire!
Come mai? E' presto detto: era così bello che mi dispiaceva romperlo!
Da qualche giorno però lo abbiamo rotto ed assaggiato, e quindi per non rischiare di doverlo mettere in frigo,compromettendo così la sua bontà,  mi sto divertendo a far dolci!😊😊
Niente di complicato, solo delle sane torte da colazione o merenda.
La più gettonata è questa torta stracciatella che può essere fatta sia usando lo yogurt che la panna.
 Io l'ho fatta sia con lo yogurt (al naturale usato per la cheesecake) che con la panna, e devo dire che il risultato, usando la panna è più delicato al palato. Ma è solo una questione di gusto!
Voi provate anche se non avete cioccolato da smaltire, perché vanno benissimo anche le gocce!

INGREDIENTI Stampo da 22 cm  di diametro

- Farina tipo 1, 200 g (potete anche usare la 00)
- Fecola di patate, 50 g
- Uova medie, 163 g (3 in tutto )
- Panna fresca, 200 ml (sostituibile con yogurt bianco al naturale)
- Zucchero semolato, 150 g
- Olio di riso, 70 ml (sostituibile con olio di semi o burro fuso)
- Lievito per dolci, 16 g
- Cioccolato fondente tritato a coltello, 150 g (o gocce)
- Zucchero a velo, q.b.

- Tirare fuori le uova dal frigo almeno un'oretta prima così montano meglio e più velocemente.
- Tritare a coltello il cioccolato a pezzi piccoli e metterlo da parte.
- Setacciare in una ciotola farina, fecola e lievito e mescolare.
- Intanto accendere il forno a 170°C se termoventilato o 180°C se statico
- Con le fruste elettriche, montare a spuma le uova intere con lo zucchero fino a far diventare quasi bianco il composto; unire a filo la panna, poi l'olio ed infine le polveri in tre volte.
- Aggiungere il cioccolato, amalgamando con una spatola anche per pulire i bordi della ciotola dagli eventuali residui di farina.
- Ungere con poco olio ed infarinare la tortiera, quindi versare il composto di stracciatella.
- Cuocere in forno per 35'ca se termoventilato o 45' se statico. Vale sempre la prova stecchino.
- Sfornare, sformare tiepido e far raffreddare su una gratella.
- Decorare a piacere con zucchero a velo.

Nessun commento:

Posta un commento

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina