giovedì 4 gennaio 2018

Sformato al panettone o pandoro ... la cucina del riciclo


Come accade spesso, durante le feste si accumulano un'infinità di dolci: fatti, ricevuti, comprati ... e capita sempre più di frequente che questi dolci non vengano consumati tutti!
Per non portarceli dietro fino a Pasqua, possiamo sicuramente riciclarli in altrettante golose ricette.
E' il caso di questo sformato, nato dalla necessità di consumare l'ottima crema pasticcera che avevo in frigo e un  panettone che aveva perso un po' di sofficità...
Un riuscitissimo abbinamento, velocissimo da fare!!
Il profumo che si spande per la cucina è da bava alla bocca ....
Ovviamente il panettone si può sostituire col pandoro e, se non avete la crema pasticcera disponibile, anche se col metodo del microonde è un attimo, potete sempre preparare il crumble di panettone, un'altra golosa alternativa 😋

INGREDIENTI teglia 23x35

- Crema pasticcera, 500 g
- Panettone o pandoro, q.b. la quantità necessaria a ricoprire la teglia
Per il crumble:
- Burro freddo, 50 g
- Mandorle con la pelle, 50 g
- Zucchero semolato, 30 g
- Briciole di panettone, q.b.
- Zucchero a velo, 2 cucchiai
- Zucchero in granella o zuccherini colorati, q.b.

- Tagliare il panettone prima a fette, poi a dadi più o meno regolari riempiendo tutti gli spazi della teglia;
- Coprire i pezzi di panettone con la crema.

- Fare un secondo strato di panettone e crema.
- Preparare il crumble, mettendo in un cutter il burro freddo di frigo, le mandorle e lo zucchero; tritare a impulsi per evitare di polverizzare troppo. Versare il crumble in una ciotola, aggiungere le briciole di panettone e mescolare.
- Cospargere il crumble sulla base di crema e ricoprire.
- Aggiungere gli zuccherini e lo zucchero a velo.
- Infornare con funzione grill per pochi minuti, fino a che si sarà formata una bella crosticina dorata.
Versione senza crumble di mandorle
- Servire tiepido o freddo (non di frigo).


I vostri ospiti vi ringrazieranno!



Nessun commento:

Posta un commento

Mi farebbe molto piacere se lasciaste traccia del vostro passaggio, con un commento, un saluto o anche una critica (se costruttiva e non offensiva).
-Sabrina.

Printfriendly

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

La cucina di Sabrina